Prodotti

Segni e sintomi dell’insufficienza respiratoria

Pubblicato il 18/08/2020

  • 0

Quando si parla di insufficienza respiratoria si sta definendo una condizione patologica per cui il sistema respiratorio non risulta essere in grado di mantenere un adeguato livello di ossigenazione nel sangue o di eliminazione dell'anidride carbonica. Nel primo caso si è in presenza di un'insufficienza respiratoria di tipo I o parziale, denominata ipossiemica, mentre nel secondo di tipo II o totale, conosciuta come ipercapnica. La forma ipossiemica è la più comune: in questo caso l'ossigenazione del sangue è insufficiente, ma i livelli di anidride carbonica sono buoni, e comprende malattie come edema polmonare o polmonite. La forma ipercapnica (di tipo II) prevede livelli di anidride carbonica fuori dalla norma a causa dell’impossibilità di eliminazione, e si può riscontrare in gravi casi di broncopneumopatia cronica ostruttiva e di asma. 

Le cause dell'insufficienza respiratorie possono essere molteplici, ad esempio:

  • polmonite

  • embolia polmonare

  • edema polmonare

  • sclerosi laterale amiotrofica

  • poliomielite

  • distrofia muscolare

  • avvelenamento

  • overdose

  • trauma cranico

  • incidenti cerebro-vascolari

L'insufficienza respiratoria può essere definita acuta se si presenta in modo rapido all'interno di un apparato respiratorio fino a quel momento in salute, oppure cronica se si manifesta in modo progressivo e si stabilizza nel corso del tempo. Può anche accadere un improvviso peggioramento di un'insufficienza respiratoria cronica, che si trasforma così in acuta.

Dopo aver definito la patologia di cui si va discorrendo, è bene rispondere al seguente quesito: quali sono i segni e sintomi collegati all'insufficienza respiratoria? Innanzitutto, bisogna sapere che essi variano a seconda della causa scatenante l'insufficienza respiratoria. Durante manifestazioni, cosiddette più comuni, si possono presentare: tachicardia, cianosi, sudorazione, respiro affannoso, dispnea e tachipnea.

Tra gli altri sintomi vanno menzionati:

  • Dolore al petto, senso di soffocamento, respiro sibilante

  • Distensione delle vene del collo

  • Cardiomegalia, ipossia, astenia

  • Ipertrofia dei muscoli accessori della respirazione

  • Acidosi respiratoria, stridore

  • Stato confusionale, angoscia, svenimento, pallore, sonnolenza

  • Aritmia, asfissia, adinamia

  • Ipercapnia, ipoestesia

  • Mioclono, ortopnea

Sebbene, ad oggi, non esistano trattamenti risolutivi per tutte le forme di insufficienza respiratoria che si presentano con questi sintomi, soprattutto quelle croniche, ci sono tuttavia terapie correttive ed anche palliativi che possono supplire all'insufficiente apporto di ossigeno oppure favorire l’eliminazione di anidride carbonica presente nel sangue.

Maschera nasale per riposare meglio di notte

La maschera nasale è un dispositivo medico indicato per quei pazienti che soffrono di insufficienza respiratoria e che necessitano di sottoporsi ad un trattamento di ventiloterapia. Grazie a questa strumentazione è possibile aumentare la quantità di ossigeno all'interno del sangue, riducendo il livello di anidride carbonica ivi presente.

Utilizzare una maschera nasale offre una concreta possibilità al malato, grazie ad un concentratore di ossigeno, di beneficiare di quel livello di aria indispensabile per poter respirare correttamente. Tale ausilio è infine in grado di migliorare la qualità del sonno di quelle persone affette da apnee notturne.

Come diagnosticare l'insufficienza respiratoria

Per una corretta diagnosi è necessario effettuare l'emogasanalisi, un esame che prevede un prelievo di sangue arterioso dal polso. Un paziente è affetto da insufficienza respiratoria se il livello di ossigeno nel sangue è inferiore a 60 mmHg e se il livello di anidride carbonica è superiore a 45 mmHg.

Se si vuole verificare soltanto il livello di ossigeno si può utilizzare uno strumento più pratico, chiamato saturimetro, che ha lo scopo di analizzare la saturazione dell'emoglobina attraverso l'applicazione di una apposita pinza al dito del paziente.

Fonti

1. Insufficienza respiratoria, cos'è e come si riconosce

2. Insufficienza respiratoria

3. Insufficienza respiratoria: che cos’è, cause, sintomi, trattamenti

Articoli correlati

Ventiloterapia notturna

Cosa sono le apnee notturne

I principali dispositivi per l'ossigenoterapia

Difficoltà a respirare dal naso di notte: come affrontare questa problematica

Iscriviti alla Newsletter

Per restare aggiornato su news e offerte

l’informativa