Products

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime novità e offerte

#

Problematiche causate dall’abuso di tacchi alti

Published on 09/04/2019

Le scarpe con il tacco hanno sempre avuto un fascino indiscutibile: simbolo per eccellenza di femminilità e charme, sono poche le donne che vi rinunciano per scelta. Molte, per contro, sono costrette ad appendere gli stiletti al chiodo per necessità, visto che – come dimostra un’indagine condotta nel 2012 dall’Università della Southern California – se si indossano scarpe con un tacco superiore ai 10 cm le articolazioni vengono eccessivamente affaticate; per la precisione, del 90% in più rispetto a chi indossa tacchi fino ai 4 cm di altezza.

I tacchi alti, in realtà, causano molteplici problemi, articolari e posturali. Ecco cosa succede quando calziamo abitualmente scarpe col tacco alto.

I tacchi alti e i problemi che generano a livello fisico

Il tacco slancia, è vero, ma modifica anche la camminata naturale, spostando il baricentro anteriormente e, di conseguenza, aumentando la pressione sulla zona lombare. Ciò accade perché, alzando il tallone, il tacco comporta lo spostamento in avanti del busto, che viene contrastato dalla tendenza a tenere la schiena all’indietro: è questo il passaggio che dà inizio alla lordosi, un inarcamento lombare che altera la corretta distribuzione del peso corporeo sui dischi vertebrali.

tacchi alti problemiD’accordo, meglio allora conservare le scarpe col tacco solo per le occasioni speciali. E invece no: le meno esperte corrono gli stessi rischi delle donne che indossano i tacchi alti abitualmente, perché il loro incedere incerto non fa altro che aumentare ulteriormente la curvatura della schiena.

I problemi causati dai tacchi alti, però, non si limitano al mal di schiena. Quando si indossano le scarpe col tacco, infatti, si cammina sulla punta delle dita, il che comporta un irrigidimento dei muscoli del polpaccio e un accorciamento del tendine d’Achille, generando un diffuso dolore muscolare.

L’abituale utilizzo di scarpe con il tacco, inoltre, può favorire lo sviluppo dell’alluce valgo, a causa dell’eccessiva pressione che confluisce sulle dita del piede, modificandone la naturale posizione. Non mancano poi le patologie vere e proprie legate ai tacchi alti, come per esempio il neuroma di Morton – un disturbo che comporta un aumento di volume del piede dovuto a un’infiammazione cronica dei nervi interdigitali – o il morbo di Haglund, che determina un forte dolore ai talloni.

Articoli correlati

Dolori alle gambe per cattiva circolazione

Cosa fare quando si hanno i piedi gonfi