Categorie

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime novità e offerte

#

Come lavare i plantari ortopedici

Published on 06/11/2018

  • 0

Camminare bene è fondamentale. Per questo molte persone ricorrono all’utilizzo di plantari ortopedici, che permettono di avere una postura migliore e, di conseguenza, una camminata più fluida, senza che il peso scaricato sulle gambe provochi dolori o affaticamento.

Fase del lavaggio

I plantari ortopedici rappresentano quindi un ausilio fondamentale per migliorare eventuali danni posturali; affinché siano davvero utili, tuttavia, occorre anche garantire una buona manutenzione. A questo proposito, per prima cosa, è necessaria un’ottima pulizia. Ciò non significa – come tanti possono pensare – lavare i plantari continuamente, ma detergerli nel modo giusto. Piuttosto di un lavaggio frequente, infatti, è consigliabile utilizzare i salva plantari, reperibili facilmente in commercio, e che oltretutto sono anche antibatterici.

Passando invece al lavaggio dei plantari, come abbiamo detto una continua detersione è sconsigliabile, perché l’ausilio potrebbe alla lunga rovinarsi. 

La pulizia dei plantari può essere effettuata tranquillamente con lavaggio a mano, utilizzando acqua e sapone neutro, ed evitando candeggina, solventi e detersivi da bucato, che potrebbero col tempo alterarne il materiale di cui sono fatti. È buona norma non usare materiali abrasivi per eliminare eventuali macchie, come lame di acciaio o lame di coltello o polish.

Per un buon lavaggio, quindi, la cosa migliore da fare è bagnarli con dell’acqua fredda (senza però immergerli completamente) e strofinarli delicatamente con del sapone di Marsiglia, insistendo soprattutto sulla parte più sporchevole, quella a contatto con il piede. Una volta effettuata questa operazione, si passano velocemente i plantari sotto l’acqua corrente (sempre fredda).

Fase dell'asciugatura

Terminato il lavaggio vero e proprio, si passa all’asciugatura, tamponando i plantari con una salvietta di cotone pulita per rimuovere l’acqua in eccesso senza però rovinare gli ausili. Il semplice asciugamano è molto meglio di una fonte di calore diretta, come può essere il phon, la stufa o il calorifero, perché le colle presenti sul plantare potrebbero creparsi e dividere in due l’ausilio, rendendolo così inutilizzabile. Un ultimo consiglio per una corretta pulizia dei plantari consiste nello spazzolarli regolarmente, permettendo così che prendano aria il necessario.

Come lavare i plantari ortopediciPer prendersi cura dei plantari al meglio, comunque, occorre certamente seguire alcuni semplici accorgimenti – come quelli che abbiamo visto – ma anche acquistare un prodotto di qualità e, eventualmente, chiedere consiglio agli esperti del settore.

Presso il punto vendita di Sanitair, oltre ai prodotti ortopedici, sono presenti in loco anche un farmacista e un tecnico ortopedico, che non solo sono in grado di dare i consigli più adeguati alla situazione ma, con l’aiuto del tecnico, è possibile anche realizzare plantari ortopedici su misura, utili in particolare per le persone anziane.