Categorie

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime novità e offerte

#

Malattie della terza età: il decadimento fisico della vecchiaia

Published on 12/06/2018

  • 0

Perché avviene, in cosa consiste e cosa fare

Viviamo in un paese in cui la speranza di vita alla nascita supera gli 83 anni e quasi il 30% della popolazione supera i 60: le malattie della terza età sono uno dei principali nemici che i medici italiani si trovano a dover affrontare ogni giorno. Si tratta di una categoria eterogenea che comprende patologie legate a un’alterazione del metabolismo corporeo di praticamente tutti gli organi:

  • Patologie della vista, dovute a degenerazione del collagene che costituisce il cristallino e delle cellule che costituiscono la retina;

  • Patologie dell’udito dovute all’accumularsi di microtraumi o danni infettivi subiti nel corso della vita;

  • Alterazioni dell’intero tratto digestivo come:

    • minore produzione di saliva che altera la convivenza con i microorganismi fisiologicamente presenti all’interno della bocca aumentando l’incidenza di infezioni e carie;

    • diminuita motilità dei muscoli esofagei, gastrici e intestinali che determina difficoltà nell’ingoiare, costipazione e diminuita produzione di muco lubrificante che provoca frizione e sanguinamenti;

    • diminuita capacità di assorbimento dei nutrienti digeriti;

  • Un alterato equilibrio tra assorbimento, immagazzinamento ed eliminazione del calcio e di altri minerali compromette durezza e resistenza delle ossa andando a provocare osteoporosi;

  • Un’alterata composizione degli elementi strutturali della cartilagine e una diminuita secrezione di liquido lubrificante porta allo sviluppo di artrosi;

  • Insufficienze cardiache, polmonari e renali: i tessuti degenerano e il cuore non si contrae con la stessa efficacia di una volta, i polmoni non si espandono come un tempo e i reni non esplicano più la loro funzione di filtro delle sostanze di scarto come un tempo;

  • Arteriosclerosi e squilibri della concentrazione lipidica e del colesterolo nel sangue che determinano occlusione dei vasi sanguigni, aumentando il rischio di insorgenza di patologia ischemica cardiaca e cerebrale.

  • Patologie neurodegenerative e neuromuscolari: il morbo di Parkinson e il morbo di Alzheimer sono le più famose, ma ce ne sono tante altre e per molte di queste non è ancora chiara la causa.
    Si tratta di quelle più invalidanti, che colpiscono un numero sempre più crescente di persone (anche, ovviamente, a causa dell’invecchiamento generale della popolazione). Per questi motivi sono le malattie attualmente più studiate.

Questi cambiamenti non sono necessariamente presenti in ogni individuo e si manifestano con gravità variabile. Ognuno di essi può venire trattato con terapie e strategie mirate ma il più delle volte i processi degenerativi che si sono innescati possono essere solo ritardati e non arrestati definitivamente.

malattie della terza etàQuesto deterioramento generale comporta un indebolimento della persona e anche quelle che erano semplici attività della vita quotidiana ormai si sono trasformate in sfide impegnative. Magari inizialmente si prova fatica nel salire alcuni piani di scale e successivamente si arriva a faticare nello spostarsi a piedi per casa o per le vie della città. È importante che fin dall’insorgere di questi sintomi la persona anziana (ma anche i più giovani) si tenga allenata e non demorda al primo sentore di fatica. Questo è fondamentale per evitare il declino delle capacità fisiche.

Se poi la persona dovesse venire costretta a letto a lungo tempo per infortuni o malattie, il rischio che possa perdere anche quella poca mobilità residua è altissimo. Superato il periodo di allettamento si può provare a ristabilire una capacità motoria con la fisioterapia ma più si è anziani e più è difficile recuperare. In questi casi, per restituire alla persona la capacità di muoversi per attività quotidiane come fare la spesa o visitare i propri cari, esistono gli scooter per anziani: si tratta di veicoli a motore elettrico molto compatti che permettono all’utilizzatore di muoversi agilmente su corte e medie distanze in tutta comodità e senza fare fatica.